BIOGRAFIA

 

Il Duo Sabatini-Rugani (Daniele Sabatini, violino, e Simone Rugani, pianoforte) è un ensemble poliedrico, dedito sin dalla sua nascita a condividere col pubblico la sua passione per la musica da camera. Più volte premiati in concorsi internazionali, Daniele e Simone si esibiscono regolarmente in Europa e negli Stati Uniti. L'incontro tra la cultura Italiana e quella Australiana ha favorito nel Duo un approccio energico e fresco verso tutti i tipi di repertorio, con uno spiccato interesse per la musica contemporanea.

 

Si sono esibiti in numerose sale prestigiose, tra cui l' Edsberg Slott a Stoccolma, l’Edinburgh Society of Musicians, l’ORF Radiokulturhaus a Vienna, l’Archdiocese of Glasgow, il Palazzo dei Granduchi di Lituania a Vilnius. Sono stati più volte invitati ad esibirsi a New York, dove hanno suonato presso la Casa Italiana Zerilli-Marimò della New York University, all’Istituto italiano di Cultura e in collaborazione con il Consolato Generale di Lituania.

 

In Italia hanno tenuto concerti presso la Sala dei Giganti (Padova); al Teatro Argentina, Palazzo Braschi, Villa Torlonia, Teatro Marcello (Roma); a Palazzo Cavagnis (Venezia); al Teatro Lottagono (Bergamo) e si sono esibiti per festival e associazioni musicali quali Roma Tre Orchestra, Torino Chamber Music Festival, Università della Tuscia, Oratorio del Gonfalone, Lunigiana International Music Festival, Campus delle Arti, Asiago Festival, MoMùs, Il Castello armonico, Maggio della grande musica a Cantù, Monferrato Classic Festival e Festival Internazionale di musica da camera di Campagnano.

 

Il Duo ha vinto premi in numerosi concorsi internazionali di musica da camera, i più recenti includono: l’VIII Concorso internazionale Stasys Vainiunas a Vilnius (2° premio, con primo non assegnato); Concorso internazionale musicale “Città di Pesaro” (1° premio); Concorso di musica da camera “Città di Magliano Sabina” (1° premio e Premio Speciale Avos Chamber Music); Concorso “Francesco Cilea” (2° premio con primo non assegnato, e Premio del pubblico) e il Premio speciale per la migliore esecuzione di un brano di Gottfried Von Einem nell'ambito del Festival ISA 2018 organizzato dall' Università MDW (Vienna). Durante il periodo di lockdown per il coronavirus il Duo è stato più volte premiato in concorsi online, vincendo un concerto nella stagione MICO per la Fondazione Musica Insieme Bologna (Divertimento Ensemble Competition) e una registrazione professionale per Sheva Collection a Londra (Lunigiana International Music Festival Awards).

Nel settembre 2020 sono stati anche vincitori della 27° edizione del premio “Boris Christoff”, assegnato ad un solista o ad una formazione di spicco nel panorama musicale italiano.

 

Daniele e Simone amano scoprire musica nuova ed esplorare repertori meno conosciuti. Recentemente si sono dedicati alla divulgazione della musica italiana del XX secolo, eseguendo regolarmente opere di Niccolò Castiglioni, Aldo Finzi, Gino Contilli e Silvio Omizzolo. Affascinati dalla musica del compositore russo Alfred Schnittke, ne hanno registrato la prima sonata e sono stati invitati ad eseguirne il Quartetto con pianoforte all’Asiago Festival con il violista Duccio Beluffi e il violoncellista Claudio Pasceri. In collaborazione con il Divertimento Ensemble, hanno inoltre partecipato ad una serie di concerti dedicati alla musica del compositore tedesco-argentino Mauricio Kagel.

 

Il loro impegno per la musica si realizza anche attraverso la collaborazione con AFCECO, un’organizzazione afgana senza scopo di lucro che gestisce orfanotrofi e scuole, portando avanti anche progetti di educazione musicale per bambine e orfani.

 

Dal momento della sua fondazione nel 2013, il Duo studia sotto la guida dei maestri Marco Fiorentini e Laura Pietrocini (membri fondatori dell’Ars Trio di Roma), e lavora regolarmente con Kostantin Bogino, Evgenia Epshtein e Maria Grazia Bellocchio. 

 

Per due anni consecutivi il Duo Sabatini-Rugani è stato invitato a partecipare all’International Summer Academy (ISA) del MDW, dove ha avuto l’onore di lavorare in stretto contatto con maestri come Hatto Beyerle, Avedis Kouyoumdjian, Johannes Meissl, Patrick Jüdt e Vida Vujic. Questa esperienza ha profondamente ispirato il Duo e lo ha spinto a scavare a fondo nelle partiture per affinare tutte le sfaccettature dell’esecuzione, nella convinzione che le connessioni che si creano e le storie che si narrano mentre si fa musica insieme abbiano un potere elettrizzante di coesione e comunione, e riescano a creare ponti tra culture diverse, in un’epoca in cui le nostre società appaiono sempre più frammentate.

Daniele Sabatini

Violino

Simone Rugani

Pianoforte